TAUR… il cacciatore

NARRATIVA  PER  RAGAZZI

brano tratto da L’ETA PERDUTA romanzo storico-ambientale  di Maria Pace

Museo-de-Altamira-1-1

……………………………….

Una lacrima si sarebbe detto quel luccicore… ma egli la ricacciò indietro: i guerrieri non piangono e lui era un guerriero ed un cacciatore: la Cerimonia di Iniziazione era ancora viva nei ricordi e il petto recava ancora i segni della Prova di Coraggio e la sua mente si abbandonò ai ricordi.

 

Tutti i giovani del suo popolo, che era il Popolo delle Colline, al compimento del quindicesimo anno diventavano adulti. I rituali della cerimonia erano vietati a donne e bambini, perché, spiegava lo Stregone del villaggio:

“La concentrazione fulminante delle forze della Natura é tutta concentrata nell’innocenza dei bambini e nell’indole femminile e in presenza delle Forze Misteriose della Grotta Sacra può scatenarsi ed annullarle. ”

 

La Sacra Grotta si   trovava nelle viscere della terra e per raggiungerla occorreva attraversare una spaccatura nella parete della montagna.

Era lo stregone, in quelle occasioni, ad aprire la processione; in testa portava corna di cervo e   sulle spalle esibiva pelle di lupo:   preda e predatore. Erano   entrati, ricordava ancora con un certo inquieto timore, in uno stretto e tortuoso budello, ostacolati da sassi e sporgenze emergenti da pareti e pavimento. Tutto era buio, là sotto. Procedendo in silenzio, l’uno dietro l’altro, si udiva l’ansimare del cervo sulle spalle di Thor, il rumore d’acqua che si staccava dal soffitto e cadeva con un tonfo sordo e la voce dello stregone che invocava gli spiriti favorevoli della Sacra Grotta e li invitava a farsi avanti. Procedere, ricordava, era disagevole, ma gli anziani avanzavano spediti, come se conoscessero bene quel posto.

Ricordò che, proprio quando aveva creduto di aver acquistato un po’ di sicurezza e gli occhi si erano abituati alle tenebre, il cuore aveva cessato quasi di battere nel petto: alla luce delle torce in mano agli anziani, il suo sguardo aveva incrociato quello feroce e minaccioso di un bisonte comparsogli davanti all’improvviso. Aveva dovuto deglutire più volte prima di rendersi conto che quel bisonte non era reale, ma solo dipinto sulla parete.

Ve n’erano molti altri dipinti su quella parete, grandi e piccoli, in corsa oppure fermi, feriti o in piedi e poi cavalli, renne, stambecchi… tutti in fila a perdita d’occhio. Ricordava anche che quella grotta era davvero molto grande e moltiplicava i suoni come facevano gli uccelli quando passavano nel cielo, riuniti, all’approssimarsi del freddo, per emigrare.

Era stato allora che lo stregone si era liberato della pelle di lupo ed aveva cominciato a saltellare, imitando i movimenti dell’animale predatore; infine, aveva lanciato un grido… un grido terrificante….

Tutto era così misterioso in quella Grotta; c’era un’atmosfera quasi d’attesa eccitata, come se da un momento all’altro qualche spettro sarebbe scaturito dalle tenebre.

“Dove sono gli spiriti della caccia?” aveva domandato sottovoce un compagno, più spaventato ed emozionato di lui.

“Io non so. – gli aveva risposto – Ci penserà lo stregone a richiamarli.” aveva aggiunto guardandosi intorno: lo stregone aveva asserito che gli spiriti erano lì e non c’era motivo di dubitarne.

A quel punto Thor   aveva sgozzato il cervo e lo stregone ad ognuno dei nuovi guerrieri aveva segnato la fronte con il sangue dell’animale, poi con la punta di una lancia aveva inciso loro la carne del petto per provarne la resistenza al dolore. Quella ferita, la “ferita del coraggio”, tanto più visibile quanto più in profondità la lancia era riuscita a penetrare, era rimarginata solo da poco, ma sarebbe stata per sempre visibile. Così lui, Taur, figlio del capo del Popolo-delle-Colline, era diventato Guerriero e Cacciatore.

(continua)

si può richiedere il libro con dedica personalizzata direttamente a  mariapace2010@gmail.com

41jJ4njCGJL._SX331_BO1,204,203,200_

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...