La Parola e l’Immagine – ESTER ed il PURIM” di Lia JONESCU”

13162511_1050200968379902_677491448_n  13101441_1050200958379903_1259234937_n

Il 14 del mese ebraico di Adar ,che quest’ anno corrispondeva al 24 Marzo, tutto il mondo israelita festeggia il Purim. Il Purim corrisponde un po’ al nostro Carnevale, i bimbi si mascherano e nelle Sinagoghe è festa grande, preghiere funzioni danze e canti ed un grande banchetto a chiusura di due giorni di digiuno purificatore…una vera e propria festa di ringraziamento.
Ma l’ origine di tutto questo lo si deve ad una biblica donna onorata dagli Ebrei, ma ricordata anche dai Cristiani che la festeggiano come santa il 1° Luglio, esattamente, ad Hadasah, che significa mirto, nome che fu cambiato in Ester nel momento in cui andò sposa ad Assuero ( Serse), re persiano.
Assuero, per motivi di politica interna e per reali contrasti, si vide costretto a ripudiare la moglie Vasti che tra l’ altro si rifiutava di svolgere le sue funzioni regali. Il re aveva due consiglieri: uno, Assan e l’ altro, Mordechai, che lo consigliava nelle imprese economiche. Mordechai aveva una bellissima giovane cugina rimasta orfana, alla quale faceva da tutore e propose al re di prenderla in moglie .Quando Ester insieme ad altre fanciulle fu vista da Assuero fu immediatamente scelta.

Non si hanno notizie se questa fu una storia d’ amore o piuttosto una storia di stato ma di certo Ester si dimostrò una buona regina, amata e rispettata sia dal suo sposo che dal popolo. Soprattutto quello ebraico. Il re non sapeva a quale religione appartenesse la regina che mantenne il silenzio su questo.
Mordechai, attento osservatore, si accorse di un complotto ordito nei confronti del re e lo mise sull’ avviso, così il complotto fu sventato. Questo suscitò la gelosia di Aman che decise di vendicarsi non solo nei confronti di Mordechai, ma di tutti gli ebrei.
Subdolamente Aman lavorava contro Mardocheo, mettendolo in cattiva luce con Assuero, facendogli credere che lo stesso, seguito dal suo popolo ( gli ebrei), stesse complottando contro il regno per cui chiese per Mardocheo l’ impiccagione e per il suo popolo lo sterminio.

Mardocheo si reco da Ester la regina e le chiese di intercedere per la salvezza non tanto per se stesso quanto per gli ebrei.
Ester disse che non era possibile presentarsi al cospetto del re senza essere da lui chiamata, pena la morte, ma da donna, coraggiosa e soprattutto ebrea, decise di accontentare il cugino, chiedendo, però, tre giorni di astinenza dal bere e dal mangiare come avrebbe fatto lei stessa e le sue ancelle, per purificazione e per attirare su di sé la benevolenza di Dio. Ester chiese al re un banchetto insieme anche ad Aman; lei avrebbe rivelato la sua origine e avrebbe perorato la causa del suo popolo.

Il re accettò, ma la notte prima del banchetto fu preso da seri dubbi sulle parole di Aman nei confronti di Mordechai, allora si fece portare il libro delle Cronache, dove non poté fare a meno di leggere le gesta eroiche di Mordechai.

Assuero durante il banchetto scrutava i suoi ospiti finché Ester si alzò, rivelando di essere ebrea e di voler morire insieme a suo cugino e al suo popolo, implorando un atto di pietà del re nei confronti di tanti innocenti….. Assuero ne rimase ! colpito. Tanto coraggio e fedeltà! Annullo l’ Editto e in più condannò a morte Aman, che aveva cospirato contro di lui e la sua sposa.

13162511_1050200968379902_677491448_nDurante lo Shabat, che precede il Purim, nelle Sinagoghe si legge il Rotolo di Ester e brani del Deurotonomio, nei quali si racconta la fuga degli ebrei dall’ Egitto perseguitati da Amelek, che era antenato di Aman. L’ odio verso questo popolo si tramandava nella storia. Al tramonto del Purim, si raccolgono soldi e cibo per le famiglie povere della Comunità. Una curiosità. Ogni volta che nel testo si nomina Aman, gli astanti strillano e fanno ogni tipo di rumore per cancellare anche il suono di questo nefando nome. Ester è l’ emblema della donna giudea.E non a caso. Pochi lo sanno, ma la religione tra gli ebrei , malgrado i Rabbini e i Cabalisti, viene tramandata dalla madre, che deve assicurare la continuità della fede. Difficilmente è visto di buon grado il matrimonio tra una ebrea e un esponente di altra religione, proprio per la paura che la donna possa lasciarsi condizionare, mentre un uomo può essere più libero di farlo. Ester rimarrà a tutti gli effetti una tra le eroine più coraggiose della storia di questo popolo ed ancora oggi è il nome prediletto per molte bimbe, insieme a Miriam, che vuol dire Maria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...