MERIDIANI & PARALLELI – Il deserto del GOBI” di Romina GOTTI

13241391_287554901588563_5809388631803168496_n
Deserto del Gobi. Mongolia 1886, ore 4 a.m Temperatura 40 gradi sotto lo zero. Sembra di essere a S. Pietroburgo, in Russia. Stesso clima, stesso silenzio, solo il biancore della neve è una cornice che qui nel deserto non è presente. Fa freddo, dormiamo in tende improvvisate al riparo sotto le dune. Dove ci si ripara nel deserto? Sotto la sabbia. Come i serpenti!
La carovana ha fatto sosta al tramonto, tra poco sarà l’alba e ripartiremo….
Già. I serpenti! Qui del deserto cresce solo qualche arbusto spinoso, ciuffi di erba intimidita dalla sabbia, destinati a cammelli, cavalli e piccoli roditori che si nascondono sotto la superficie e i dominatori di questo regno, sono  i serpenti. Mi hanno sempre incuriosito. Di giorno il deserto si trasforma in una fornace fino ai 40 gradi e questi rettili avanzano sulla sabbia rovente appoggiando pochi centimetri della loro superficie e disegnando virgole al loro passaggio.
Queste dune si ergono al confine con le steppe mongole al sud e la Cina al nord. Un paradiso inesplorato, chissà se tra cent’anni tutti gli angoli del globo avranno svelato i loro misteri?
Francis Edward Younghusband nasce in Pakistan nel 1863, ufficiale dell’esercito di Sua Maestà , esploratore, e scrittore con la passione per i deserti.
Nel 1886 guida per la Royal Geographical Society una spedizione in Manciyria,  attraversa il deserto del Gobi, arriva al Karakorum ed apre la strada a nuove esplorazioni dallo sconosciuto passo Mustagh.  Il Karakorum è una catena montuosa che si estende in Asia per oltre 400 km, vette di 8000 metri.
Younghusband nel 1887 e nel 1889 transita ben due volte dal passo Mustagh dalla valke Shagsam, al Baltoro; nel 1904 raggiunge il Tibet e Lhasa. Purtroppo la sua spedizione si trasforma in una battaglia( battaglia di Guru) più di settecento tibetani disarmati vengono uccisi dai soldati inglesi, che avevano creduto fossero armati.
Ci sono battaglie inspiegabili nella storia.
Vi faccio conoscere un altro personaggio che merita un ricordo. Nikolaj Michajlovic przeval’skij (1839/1888) naturalista e ufficiale dell’esercito russo. Nel 1867, mentre Younghusband sogna il deserto, che vedrà i suoi passi anni dopo, Nikolaj è già nelle sue sabbie. La temperatura é sempre la stessa: 40 sotto zero. Egli esplora il fiume Ussur, arriva in Cina nel 1874, esplora lo Yantze nel 1883. Nel corso delle sue spedizioni raccoglie campioni di ogni specie, vegetali, animali, insetti, rettili, migliaia di esemplari che arrivano nella madre patria.
Due esploratori dello stesso deserto, stessi sogni, stessa temperatura.
Due passioni:13241391_287554901588563_5809388631803168496_n l’esplorazione e la divisa militare.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...