RECENSIONE di Maria Pace al libro “TACCUINO LIBANESE”di Simonetta ANGELO-COMNENO

225131_111661142252706_1982531_n (1)

Taccuino è un quaderno dove annotiamo pensieri ed emozioni che poi, riordinati, chiamiamo Diario. “Taccuino Libanese” è il diario, ossia,  la storiografia di Simonetta Angelo-Comneno.

E’ la storia di un periodo particolare della sua vita .  Non si tratta, però, solo della narrazione di eventi ed episodi più o meno importanti della sua vita, ma della cronaca del contesto familiare, sociale, culturale e storico di quegli eventi e  degli effetti che tali eventi hanno avuto su di lei.
E ciò fa di questo “Taccuino”, un “libro di storia e di costume”, che  meriterebbe uno studio ed un’indagine più approfondita di una semplice recensione.

Ecco cosa dice l’ autrice, nel definire  il suo diario: “… questo “taccuino libanese”, altro non è che  un  lungo “viaggio” intorno a me e dentro di me”

Un lungo viaggio intorno a me!…  Simonetta parla di un Paese, il Libano,   dove,  giovanissima sposa, è andata a vivere. Un Paese che già amava e conosceva, ma solo con lo sguardo e l’entusiasmo del turista.  Andarci a vivere sarebbe stata un’altra cosa. Andare a vivere in un  Paese assai diverso da quello in cui sei nata ed hai vissuto, è un’altra cosa. Ma lei amava quel mondo. Da bambina  giocare alla “principessa araba” era uno dei suoi divertimenti preferiti.                                                                    

Il Libano è un Paese bellissimo. Simonetta lo descrive con accenti poetici:  “C’è il sole oggi nel cielo. Tutta la città  e la campagna vicina  risplendono di mille colori…”

ma poi aggiunge: “I muri delle case, neri di fumo, vecchi di tanti anni di incuria e di abbandono sembrano quasi lavati dai raggi del sole e le finestre… i vetri delle finestre hanno i bagliori del cristallo iridescente…”                                                                                              Sì, perché questo bellissimo Paese,: il Libano, questa splendida terra, vive  eventi drammatici: la guerra, la pace infranta, i morti, la distruzione… le vite spezzate da granate e mortai, le granate,  i colpi dei cecchini …

Ma dice anche: “Un lungo viaggio dentro di me”.  E  ci emoziona  il  tenero ed affettuoso rapporto con la famiglia: i genitori e le sorelle cui è legatissima.  Ci commuovono i ricordi personali e familiari che l’autrice condivide con il lettore, ricordi  di bambina, ragazza e donna, sposa e madre felice.

In una intervista, ecco che cosa dice del suo “Taccuino libanese”

“…nasce da una vita vissuta felicemente e drammaticamente in una terra che non era la mia. Parla della vita mia quotidiana di donna e madre e di quella dei libanesi, del loro modo di vedere le cose, delle loro abitudini e dei loro costumi. Parlo della trasformazione che ha subito il paese quando è sprofondato nella guerra civile, delle difficoltà e del pericolo che incontravo quando mi recavo al lavoro, parlo degli orrori vissuti… che dire di più?”

Che dire di più? Aggiungiamo che  si tratta di una lettura piacevolissima.  Che sia  interessante lo scopriamo fin dalle prime parole “E’ il mio primo Natale a Beirut. Mentre preparo il cenone di Natale…”,  che è anche piacevolissima è una splendida scoperta che si fa proseguendo nella lettura.
C’è nel linguaggio di questa bravissima scrittrice,  una  proprietà, una scioltezza  ed una vivacità d’espressione,  sì da rendere  semplici e immediati anche gli accenti più drammatici e dolorosi. Simonetta Angelo.Comneno, la scrittrice Simonetta AngeloComneno, ha una  capacità di comunicazione veramente notevole, uno stile   tutto personale di utilizzare vocaboli o intere frasi, di legarli fra loro, amalgamarli,  in modo da rendere il discorso non solo fluido e vivace, ma anche, come si è detto, piacevolissimo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...