Piramide di Keope… confronto con le altre piramidi presenti sulla terra

images img_2823

thcab5u8a2

 

Molte scuole archeologiche hanno tentato di mettere a confronto le diverse   strutture piramidali presenti sulla terra, come quella della Mesopotamia, Messico,Yucatan, Perù, India, Indocina, con l’intento di trovare un punto di riferimento comune. Comune soprattutto alla Grande Piramide, ossia la piramide di Keope, in Egitto.Si tratta di una teoria ricca di fascino, ma inutile  e per vari motivi anche fuorviante: i monumenti sorgono in aree geografiche assai distanti tra loro,  la loro erezione risale ad epoche molto diverse e diversa era la loro funzione,  anche  se a volte sembravano  legate da finalità simili

ZIGGURAT è il termine con cui veniva indicata la torre a più piani sovrapposti, tipica dell’area mesopotamica.

La ziggurat di Ur, identificata  con la biblica Torre di Babele, aveva la forma di una piramide a tre gradoni, con un Tempio collocato  sulla terrazza superiore e raggiungibile attraverso tre scale che si congiungevano  al primo gradone e dal quale partiva, fino ad arrivare alla terza terrazza, solo  quella centrale. Con una base di 62 per 43 centimetri, la Torre era  orientata sui quattro punti cardinali  ed era alta 21 metri.

Partendo dal presupposto che fosse una tomba, gli studiosi si convinsero  soltanto dopo ricerche e studi, che si trattava invece solo del basamento del Tempio che sorgeva sulla terrazza più alta.

L’unica somiglianza riscontrabile con  la piramide egizia, la si  può avere con la piramide a gradoni di Djoser. In realtà, la differenza è sostanziale e la si riscontra  anche nella  sua funzione: mentre la piramide egizia doveva servire al Sovrano per  ascendere al cielo e raggiungere Ra e gli altri Dei,  la ziggurat mesopotamica era la dimora del Dio che scendeva dall’alto fra gli uomini.

TEOCALLI è invece il nome della piramide messicana atzeca.  Si tratta di un tempio eretto sulla sommità di una piramide a terrazza; in epoche precedenti, il Tempio era eretto su un terrazzamento di terra battuta.  A Cuicuilco  esiste una torre  costituita da quattro piani su cui è collocato il Tempio, con richiamo ad una collina naturale.

Per le popolazioni messicane, il cielo  non era concepito come una volta, bensì come una montagna su cui il sole saliva  ogni mattino e da cui scendeva ogni sera.  In alcuni casi le terrazze, infatti, sono nove, come nove sono  i gradini del cielo..

Anche la  TIKAL maya, come quella atzeca  e mesopotamica,  costituiva  il basamento collocato sulla sommità.  Da notare la presenza di tombe  sotto la pavimentazione di alcuni Santuari;  dapprincipio ciò creò un equivoco, ma più tardi fu chiaro che  la funzione di quella piramide non era di sepoltura, ma di Tempio o altare sacrificale.

HUACA è il nome della piramide peruviana, sempre a terrazza e  dai muri rivestiti di intonaco dipinto. Circa la funzione, costituiscono un vero enigma su cui si discute ancora.  A pochi chilometri da Lima,  sorgono due piramidi a terrazzamento. Una risale al periodo preincaico e l’altra è successiva all’invasione inca.

Anche in Cambogia si trovano Templi che sorgono su piramidi a terrazzamento e non sono dissimili da quelli del Messico e del Guatemala.  La  loro edificazione risale  al IX -X  secolo dell’era cristiana ed addirittura al XI – XIII secolo, mentre in Mesopotamia ed Egitto si collocano in un’epoca davvero assai lontana nel tempo.

Altre strutture piramidali le troviamo, sia pure in ridotte dimensioni, nel deserto libico, collocate sopra fosse  interrate;  anche in Arabia si trovano strutture simili, ma a base circolare.

L’esistenza di tante piramidi erette in varie epoche  ed a diverse latitudini della terra, h a spinto a cercare collegamenti ed influenze  culturali, anche a  grandi distanze   e perfino attraversando oceani. In realtà, sono troppe le discordanze per poter accettare una origine comune a tutte le piramidi.

Una prima grande discordanza con la piramide  egizia la riscontriamo  proprio nella sua forma geometrica: quella egizia è una vera piramide, con il vertice o Piramidion, le altre sono Tronchi di Piramidi. Il Piramidion,   che gli egizi chiamavano anche Ma’at, raffigurava l’armonia cosmica concentrata nella figura del Faraone: il tramite fra il divino e l’umano. Ecco perchè, anche quando in Egitto non si costruirono più piramidi, si continuarono a dotare le cappelle funerarie di una cuspide di piramide.

Altre discordanze: le piramidi egiziane sono le sole a non essere accessibili attraverso scale o rampe cerimoniali  ed erano  tombe e non luoghi di culto

Nota: il termine  piramide non è di origine egizia, ma greca. Per gli egizi, indicare la Piramide c’era un solo termine:  MER,   ed indicava il  sepolcro reale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...