L’ORA del VESPRO – PENSIERO… Il Desiderio

GetThumbnailImage.aspx

Che cosa è il Desiderio! Il dizionario recita così:

“Intensa volontà intensa di avere, ottenere o fare qualcosa che procura piacere, soddisfazione, appagamento, ecc ..”

E Aristotele, assai più sottilmente, però, sottolinea:

“E’ nella natura del desiderio non essere soddisfatto”

Ma è proprio così?  Il desiderio è  davvero destinato a rimanere sempre tale? Davvero il desiderio  è la mancanza e l’assenza di qualcosa di cui avvertiamo il bisogno, ma che non  avremo mai? E’, dunque,  un sofisma?

Nell’uomo, però, il senso del desiderio è inestinguibile: è nella sua natura desiderare sempre qualcosa  ed è proprio questa  peculiarità che lo mantiene vivo ed attivo.

Ma quali sono questi desideri? Da non confondere con il bisogno, che è uno stato che deve essere appagato, come quello del cibo, del sonno, ecc… IL desiderio, invece, riguarda la sfera  spirituale, emotiva, ecc…

Che cosa si desidera? Se quello che si desidera è destinato a non essere soddisfatto, che cosa si può fare, invece, per realizzarlo?

Principalmente si desidera amore, ma anche amorevolezza,  emozioni,  ma anche ragionevolezza, sogni, ma anche concretezza.

Ognuno di noi sogna il grande amore. Qualcuno lo trova, per qualcun altro resta un sogno o un ripiego. L’amorevolezza, però, ugualmente appagante, é assai più facile da soddisfare: una carezza,  un saluto, un gesto di simpatia o di affettuosità,  spontaneamente e senza chiedere nulla in cambio,  sono desideri tutt’altro che impossibili.

E invece, oggi, pare che ci sia carenza di questi gesti e il desiderio di soddisfarli è talmente alto da spingere a pagare per ottenerli o a richiederli espressamente. Nascono così i centri  scambi  di coccole ed affettuosità  e perfino centri  di affettuosità a pagamento. E allora, desiderare una parola gentile, un gesto affettuoso ,una mano amichevole,  qualcuno che ti aiuti ad attraversare la strada… resterà  solo un desiderio?

Io spero di no!  A volte basta davvero solo un sorriso, anche quello di uno sconosciuto o di un bambino, per cambiare il corso di una giornata.  Basta una parola gentile a proteggere contro  cattiverie e negatività e questo tipo di desiderio non può essere inappagabile e tantomeno e impossibile.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...